La fiaba ha inizio:

Nel perfetto silenzio di una notte scura, nera, come se un calamaio ricolmo si fosse rovesciato sul tavolo della creazione, siete su una piccola barca in mezzo al mare aperto. Sopra la vostra testa il quadrilatero di Cassiopea è divorato dal buio, la Polare si arrende, spossata, all’oscurità, la luna vi volta le spalle. In mezzo a tutto questo, all’improvviso, scorgete una, sola, flebile ed inconsistente luce all’orizzonte. Non sapete dove porti, né quale intelligenza, spirito o forza sinistra l’abbiano resa viva. Non sapete cosa riveli e, peggio, chi o che cosa nasconda. Ebbene, nonostante tutto: non prendereste quella direzione? Ignorando ogni pericolo, non seguireste quella sola, piccola, luce nel buio? Nel momento più tetro della vostra solitudine, quando ogni via si interrompe, quando anche i sassi della via sembrano aver perso la propria anima, d’un tratto sentite una voce chiamarvi. Non vi affidereste completamente ad essa? E se per aiutarvi vi chiedesse un prezzo da pagare e se fosse un inganno, non cadreste, comunque, felicemente nella trappola? Se la vostra risposta assomiglia alla nostra, allora è il momento giusto per sedersi ed ascoltare.

il Team.